Most Popular


Goedkope keuken kopen? Showroomkeukens de oplossing
Mooi wonen willen we allemaal. Helaas is eenlandhuis met landgoed niet voor iedereen weggelegd. Om toch van een mooi encomfortabel ... ...



Dimmi come voti e ti dirò che Fisco avrai

Rated: , 0 Comments
Total hits: 1
Posted on: 11/14/17
In chiave elettorale una delle differenze più nitide tra il centrodestra e la sinistra è senz'altro la ricetta per le tasse. Sono in gioco la semplificazione fiscale e la lotta all'evasione. Sul Fisco torneranno a confrontarsi le due concezioni opposte: quella liberale (o liberista) che teorizza meno gettito e meno Stato; e quella socialista (o keynesiana) che tende a dotare il pubblico di più risorse possibili. Il confronto è già partito: l'ex deputato Pd e ministro prima delle Finanze e poi dell'Economia dei governi ulivisti (e poi unionisti) Vincenzo Visco ha fornito numeri impressionanti sull'evasione fiscale. Lo ha fatto in un libro appena scritto (per Egea - Università Bocconi Editore) il cui titolo gioca su una hit di Battisti-Mogol: Colpevoli evasioni. Ebbene, le evasioni, ci dice Visco, valgono «l'8% del Pil, il 20% delle entrate fiscali, il 30% di quelle tributarie». E di queste evasioni si sa tutto, come si legge nell'ultimo capitolo e come ha detto il professore di Scienza delle Finanze al Festival Cittàimpresa di Bergamo presentando il libro: si sa «a quanto ammontano, chi le fa, in quali territori, su quali redditi e su quali no, in quali settori». Per questo, aggiunge Visco, «il problema si può affrontare e risolvere. Basta volere».Gli faceva da contrasto il presidente dell'Istituto Bruno Leoni, Franco Debenedetti, a impersonare la visione liberale della questione. Anch'egli con un libro dalla sua, edito dal centro studi che presiede e intitolato Venticinque per tutti, a cura di Nicola Rossi, che teorizza la flat tax, con aliquota del 25%. Ma quello che emerge e che divide i due amici (entrambi dalla stessa parte nei governi di sinistra prima e dopo il nuovo millennio), oltre a una differente propensione al riformismo, è soprattutto una diversa concezione del rapporto tra Stato e cittadini contribuenti. Nessuno dei due, quindi né da destra né da sinistra, sostiene che l'evasione fiscale non debba essere perseguita; o che l'attuale sistema fiscale, con le sue decine di imposte e scadenze, non vada semplificato. Ma qui finiscono le convergenze. E cambiano le ricette. Quella di Visco parte dalla condivisione di una definizione teorica del contribuente quale soggetto «individualista, egoista, privo di senso civico, sostanzialmente cinico, razionale e con una certa avversione al rischio».Di fronte a tale individuo, il modo migliore per fargli pagare le tasse è uno solo: predisporre un adeguato sistema di accertamenti e pene. Oltre, naturalmente, a un sistema innovativo di prelievo fiscale (che lasciamo scoprire ai lettori). Ma il punto è che non viene presa in considerazione l'ipotesi di ribaltare il problema e partire dallo Stato: di quante risorse ha realmente bisogno? Non potrebbero essere molto minori, così da avere bisogno di minor gettito? Questa è invece proprio l'idea di fondo di Debenedetti, Rossi e Ibl, che (in estrema sintesi, ci scuseranno) teorizzano un'aliquota unica del 25% per qualunque reddito, a fronte della quale la progressività verrebbe garantita a valle da un'area di esenzione e a monte da un servizio sanitario che diventa a pagamento per i redditi maggiori. Una ricetta che libera risorse per il contribuente, rimettendolo al centro di un sistema di servizi in concorrenza tra loro. E che lo immagina, di fronte al «25 per tutti», meno ansioso di commettere colpevoli evasioni. La disputa sui risultati dell'una o dell'altra teoria continuerà all'infinito. Ma a noi, giunti a questo livello di pressione ed evasione fiscale, piacerebbe poter avere, nelle prossime urne, insieme all'indicazione delle liste, anche una effettiva possibilità di scegliere quale tipo di contribuente essere. E quindi di cambiare.




>>



Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment


Login


Username:
Password:

forgotten password?